www.mexall.it - MEXALL Progress s.p.a.  
  mexall-progress 12 | 09| 2013
mexall | newsletter
 
       
 
 
phantom: a tutto campo!
C' è a chi piacciono i quadri incorniciati e chi ama il colore a tutto campo e le cornici invisibili, anche se si tratta di porte, di porte blindate, per essere precisi.

A chi vuole sicurezza e pulizia estetica abbiamo dedicato la linea
PHANTOM.  I perimetrali si nascondono e lasciano che le finiture e il disegno dei rivestimenti coprano l'intera luce architettonica!

I
40 modelli standard di rivestimento in okuomé delle porte blindate Kratos Blind 150 e 190 sono tutti realizzabili nella tipologia PHANTOM. Le possibilità di personalizzazione su richiesta sono molteplici: dalle modifiche al disegno standard alla scelta di legni e colori RAL.

Per i legni in okoumé sono disponibili le finiture:
castagno, noce scuro, ciliegio, noce medio, iroko, miele e mogano. Non vi elenchiamo le tinte RAL perché sono oltre 70, ma sappiate che potrete davvero proporre ai vostri clienti un benefico tuffo nel colore!

Dal sito web aziendale potete già ora scaricare gratuitamente il
catalogo delle porte blindate KRATOS Blind, cliccando semplicemente QUI.

Troverete i prospetti grafici di
tutti i modelli (personalizzazioni a parte, naturalmente) e foto di realizzazioni, oltre alle immagini esemplificative di finiture e varianti. Buona lettura! 

2 mesi: per la difesa del territorio
Arriverà entro due mesi una proposta del Ministero dell’Ambiente per rendere chiare e definite le regole per combattere il dissesto idrogeologico.

L'obiettivo è quello di creare un tavolo permanente di consultazione e collaborazione tra istituzioni, ordini professionali e associazioni per identificare competenze e di responsabilità; garantire risorse economiche adeguate e continue e ripensare agli interventi fin qui progettati per verificarne la pertinenza.

Si tratta di superare la logica dell’emergenza e delle spese per riparare un danno già fatto, quando in molti casi bastano aggiustamenti normativi a costo zero per poter sbloccare i progetti di consolidamento del territorio minacciato.

Perché ci riguarda? Il dato estremamente positivo è l'avvio di una strategia operativa che privilegi la molteplicità e capillarità degli interventi, accantonando le "grandi opere" che troppo spesso risultano tali soltanto nelle intenzioni.

Gli interventi sul territorio che possono avere ricadute positive anche nel nostro settore rientrano in questa logica di risanamento, ambientale ed edilizio. Come testimoniato anche dalle due notizie qui accanto...
 
 
 
150 milioni: in arrivo...
Se la fine dell'estate porta con sé i timori per un cielo grigio e piovoso, allora l'estate è ancora in corso! Ci sono schiarite e buone notizie sul fronte degli stanziamenti per l'edilizia.

Dalle dichiarazioni di principio sulla necessità di salvaguardare il territorio e le infrastrutture, ecco finalmente un'iniziativa che porterà ossigeno anche al nostro settore.

In sintesi: dopo la pubblicazione della Legge 98/2013 che ha convertito il DL 69/2013 (cosiddetto “del fare”) è stato avviato il piano da 150 milioni di euro per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, con particolare riferimento a quelle in cui è stata censita la presenza di amianto.

Le scadenze
Entro il 15 settembre 2013 gli Enti locali potranno presentare alle rispettive regioni progetti esecutivi subito cantierabili ed entro il 15 ottobre 2013 le Regioni dovranno trasmettere le graduatorie al Ministero dell’Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

In seguito, il Ministero dell’Economia e Finanze provvederà al trasferimento delle risorse agli enti locali per i pagamenti entro il 31 dicembre 2014.
Infine, pena la revoca dei fondi, l’affidamento dei lavori dovrà avvenire entro il 28 febbraio 2014.

Il riparto dei fondi
Le risorse finanziarie saranno assegnate agli Enti locali proprietari sulla base del numero degli edifici, degli alunni presenti in ciascuna regione e della situazione del patrimonio edilizio scolastico e sono state ripartite a livello regionale nel modo seguente:

Abruzzo, 4 milioni; Basilicata, 2 milioni; Calabria, 13 milioni; Campania, 18 milioni (lo stanziamento più consistente); Emilia-Romagna, 7 milioni; Friuli Venezia Giulia, 2,5 milioni; Lazio, 14 milioni; Liguria, 4 milioni; Lombardia, 15 milioni; Marche, 3 milioni; Molise, 2 milioni; Piemonte, 9 milioni; Puglia, 12 milioni; Sardegna, 5 milioni; Sicilia, 16 milioni; Toscana, 10 milioni; Umbria, 2,5 milioni; Valle d’Aosta, 1 milione e Veneto, 10 milioni, per un totale nazionale di 150 milioni di euro.

L’impegno delle Regioni
Subito attive Abruzzo, Emilia-Romagna, Lazio, Molise, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto che, con comunicati e delibere approvate in tempi lampo, hanno disposto istruzioni per la compilazione delle domande e l’invio dei progetti agli uffici tecnici regionali.

Da notare che la Campania ha ricevuto lo stanziamento più elevato in termini assoluti ma non si è ancora attivata per gli adempimenti burocratici necessari. Vi terremo aggiornati.
più cinquanta: in calabria
Attivarsi in fretta fa bene, non solo all'amministrazione pubblica!

E' di due giorni fa la conferma di uno stanziamento di 50 milioni di euro effettuato dalla Regione Calabria per la nuova ricettività e la riqualificazione delle strutture alberghiere esistenti.

Le risorse finanziarie provengono da fonte europea nell’ambito del 'Piano di Azione e Coesione' e saranno assegnate con due bandi regionali destinati a 105 imprese operanti nel settore terziario, sulla base di istruttorie già svolte.

Nel dettaglio: per la nuova ricettività sono destinatarie 17 ditte per un importo di circa 18 milioni; per la riqualificazione, 27 ditte per circa 23 milioni; per gli stabilimenti balneari, 61 ditte per un importo di 8 milioni circa.

Nel campo della buona gestione, sia ambientale che economica del territorio, le cose cominciano a muoversi. Buone notizie!
 
 
     
mexall progress s.p.a. via p.vitiello 70 | 84018 | scafati (sa) tel. 081 8507026 fax 081 8507050 | mexall@mexall.itr>  
Se volete essere cancellati dalla lista della newsletter, cliccate qui e inviate un messaggio, anche vuoto