mexall::corso::grazie
  www.mexall.it - MEXALL Progress s.p.a.  
  mexall-progress 09 | 05 | 2013
mexall | newsletter
 
       
 
 
4
da MEXALL e Maico: grazie!
Si è concluso il primo corso di vendita professionale del serramento, tenutosi nella sede di Mexall Progress il 23 e 24 aprile scorsi. Vi abbiamo informato nelle ultime settimane di un'iniziativa che una volta conclusa ha soddisfatto le aspettative di ognuno dei partecipanti.
 
2
 
Abbiamo costruito insieme la possibilità di informarsi da tecnici esperti e confrontarsi con i propri colleghi su temi che spaziavano dalle ultime normative italiane ed europee fino alla capacità (acquisita, naturalmente) di riconoscere e consigliare ai propri clienti il prodotto migliore e più performante in tutti i sensi (dall'accesso alle detrazioni al risparmio energetico, alla durata nel tempo).
 
3
 
Il ruolo di veri consulenti nel settore dei serramenti deve essere appannaggio di chi è oggettivamente in contatto con l'utenza finale, dagli installatori agli addetti alle vendite. Solo costruendo una rete di esperti in grado non solo di interagire, ma soprattutto di fornire un quadro onnicomprensivo ai consumatori, è possibile incrementare ordini  e fatturato.
 
1
 
Un grazie di cuore a tutti i partecipanti e complimenti per l'attenzione, il grado di partecipazione e la puntualità di considerazioni e interventi.

Alla fine dei due giorni di lavoro la distanza iniziale tra "docenti" e "allievi" è stata ridotta al minimo. La
formazione è un salto necessario per colmare qualunque apparente dislivello. L'obiettivo era esattamente questo. Alla prossima. 
 
5
 
 
 
etichetta energetica-Francia
buone notizie dalla Francia: giocare d'anticipo fa bene!
Dall' Associazione serramentisti l'etichetta energetica delle finestre.
L’UFME (Unione dei Produttori di infissi esterni) che raggruppa 153 fabbricanti francesi di finestre e porte in legno, pvc, alluminio e misto, e vanta di rappresentare il 60% del mercato francese della finestra, ha lanciato a fine aprile l’Etiquette Energie Menuiserie « Fenêtres et Portes », ovvero l’etichetta energetica per i serramenti esterni, (alla lettera Etichetta Energia Serramenti “Finestre e Porte”).

L’iniziativa definita di tipo volontario, è stata portata avanti assieme alla Chambre Syndicale des Fabricants de Verre Plat (CSFVP), che raccoglie i produttori di vetro piano per edilizia AGC Glass France et Saint-Gobain Glass.

L’etichetta energetica per finestre e porte, afferma UFME, è uno strumento concepito per aiutare il consumatore finale a scegliere meglio i propri infissi sulla base della prestazione energetica e del comfort estivo in funzione della località geografica di installazione.

Uno strumento volontario che permette al consumatore di operare le sue scelte sulla base di criteri oggettivi. Pensata per il mercato della ristrutturazione di edifici residenziali e applicabile alle finestre verticali e da tetto e alle porte di ingresso in tutti i materiali (alluminio, legno, pvc e misto) l’energy label permette al consumatore di paragonare i prodotti, di scegliere le finestre e le porte rispondenti ai propri bisogni.

L’etichetta energetica sarà obbligatoria in Francia nel 2014, mentre nel 2013 saranno più di 2 milioni le finestre che porteranno l’étiquette Energie Menuiserie. E’ un forte segno dell’impegno dei produttori in una iniziativa volontaria a beneficio del consumatore finale”.

In Italia l'Enea ha varato con le associazioni dei serramenti un tavolo di discussione denominato 4E per giungere a una proposta di etichetta energetica per le finestre condivisa e valida per le specificità del territorio nazionale. I lavori, pare, sono a buon punto.

Conviene anticipare, come produttori e installatori, i tempi di applicazione per iniziative simili anche in Italia. Ritrovarsi ad avere, tra un paio d'anni, la necessità di etichettare i serramenti ed essere già in grado di fornire questo servizio aggiuntivo, segnerà la differenza con i concorrenti, a tutto vantaggio delle vendite.

(fonte: guidafinestra)
casagreen
bonus 55%: per i lavori del 2012 c’è tempo fino al 30 settembre 2013
Chi ha realizzato interventi di riqualificazione energetica nel 2012, ultimandoli entro lo stesso anno, ma ha dimenticato di trasmettere la richiesta all’Enea entro tre mesi dalla fine dei lavori, può ancora usufruire della detrazione fiscale del 55%.

La condizione per far valere il diritto è che
la scadenza dei 90 giorni “utili” sia avvenuta dopo il 30 settembre 2012; per questi interventi, il termine entro cui inviare la richiesta all’Enea è fissato al 30 settembre 2013.
Lo afferma l’Enea con la
faq 70 pubblicata sul sito dedicato alla detrazione del 55%.

L’Enea ricorda che l’art. 2 comma 1 del DL 16/2012 convertito nella Legge 44/2012, prevede che la fruizione di benefici fiscali subordinati all’obbligo di preventiva comunicazione o ad altro adempimento formale non tempestivamente eseguiti,
non è preclusa, sempre che la violazione non sia stata constatata o non siano iniziate verifiche o accertamenti dei quali l’autore dell’inadempimento abbia avuto formale conoscenza, laddove il contribuente:

a) abbia i
requisiti sostanziali richiesti dalle norme di riferimento;
b) effettui la comunicazione o esegua l’adempimento richiesto entro il termine di presentazione della
prima dichiarazione utile;
c) versi contestualmente l’importo pari alla
misura minima della sanzione prevista per l’inadempimento.

In virtù di queste norme, l’Enea ritiene che il contribuente, se soddisfa le condizioni di cui alle lettere a), b) e c), non perde il diritto a fruire delle detrazioni fiscali. E per beneficiarne deve inviare la documentazione all’Enea
entro il 30 settembre dell’anno successivo a quello in cui si è concluso il lavoro.

Per quanto riguarda invece il versamento della sanzione, l’Enea consiglia di chiedere delucidazioni all’Agenzia delle Entrate, anche attraverso il numero verde
848 800444.

Alcuni mesi dopo l’entrata in vigore delle suddette norme, l’Agenzia delle Entrate ha emanato la Circolare 38/E del 28 settembre 2012, dando una diversa interpretazione del termine di presentazione della prima dichiarazione utile: secondo le Entrate tale termine deve intendersi come la prima dichiarazione dei redditi il cui termine di presentazione - ordinario di presentazione del modello UNICO - scade successivamente al termine previsto per effettuare la comunicazione, ovvero eseguire l’adempimento stesso.

Quindi, degli interventi di riqualificazione energetica ultimati nel 2012, per i quali la richiesta di detrazione non è stata trasmessa all’Enea, ora sono
sanabili unicamente quelli per i quali la scadenza dei 90 giorni “utili” è avvenuta in data successiva al 30 settembre 2012. E per questi interventi, il termine ultimo entro cui far pervenire le richieste di detrazione ad ENEA (sempre attraverso il portale 2012) è il 30 settembre 2013.

(fonte: edilportale)
 
     
mexall progress s.p.a. via p.vitiello 70 | 84018 | scafati (sa) tel. 081 8507026 fax 081 8507050 | mexall@mexall.it/td>
 
Se volete essere cancellati dalla lista della newsletter, cliccate qui e inviate un messaggio, anche vuoto